Pubblicato il Comunicato dell’11 maggio 2016 con cui il Presidente dell’ANAC ha chiarito la normativa da applicare per alcune procedure disciplinate dall’abrogato d.lgs. 163/2006, l’operatività di alcune norme introdotte dal d.lgs. 50/2016 e il periodo transitorio relativo al passaggio dal vecchio al nuovo Codice.

Il Comunicato precisa che continuano ad applicarsi le disposizioni previgenti, tra l’altro, nei casi di affidamenti aggiudicati prima della data di entrata in vigore del nuovo Codice, per i quali siano disposti: il rinnovo del contratto o  modifiche contrattuali derivanti da rinnovi già previsti nei bandi di gara; consegne, lavori e servizi complementari; ripetizione di servizi analoghi; proroghe tecniche; varianti per le quali non sia prevista l’indizione di una nuova gara.

Link alla fonte