Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n. 280 del 30 novembre 2022 del D.M. Salute 8/9/2022 n. 183 si è formalmente costituito l’Ordine della professione di Fisioterapista.

I fisioterapisti si separano pertanto dall’Ordine dei Tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (di seguito, Ordine TSRM), in cui erano fino ad oggi inseriti, e costituiscono un Ordine proprio, in forza della previsione di cui all’art. 4, comma 9, lett. d) della legge n. 3/2018, che lo consente a quelle professioni che abbiano superato 50.000 iscritti.

Il decreto ministeriale traccia una dettagliata road map, che dovrà essere seguita per permettere agli Ordini territoriali ed alla neonata Federazione di entrare in funzione “a regime”. Come si vedrà, i tempi sono serrati e le scadenze imminenti.

Dal momento di entrata in vigore del decreto, infatti, devono essere avviate le seguenti attività, nei termini ivi indicati.

a. Fase di c.d. “avvicendamento” 

  • (1) Alla data di entrata in vigore del decreto (15 dicembre 2022), gli albi professionali della professione sanitaria di fisioterapista istituti presso gli ordini TSRM, così come “gli elenchi speciali ad esaurimento”, confluiscono presso i neo costituiti ordini della professione sanitaria di fisioterapista.
  • (2) Entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto (quindi, entro il 14 gennaio 2023) il Consiglio nazionale della Federazione nazionale degli ordini TSRM, su proposta formulata dal Comitato centrale, d’intesa con la Commissione straordinaria della Federazione nazionale degli ordini della professione sanitaria di fisioterapista, definisce le modalità con le quali gli ordini territoriali della professione sanitaria di fisioterapista e la Federazione nazionale dello stesso Ordine subentrano nei rapporti nei rapporti attivi e passivi intercorrenti, rispettivamente, tra gli ordini territoriali TSRM e le commissioni di albo territoriali della professione sanitaria di fisioterapista, e tra la Federazione nazionale degli ordini TSRM e la Commissione di albo nazionale della professione sanitaria di fisioterapista.
  • (3) Entro i 45 giorni successivi alla definizione della disciplina di cui al punto 2 (quindi non oltre il 28 febbraio 2023) il Comitato centrale della Federazione nazionale degli ordini TSRM e i consigli direttivi degli ordini territoriali ad essa afferenti portano ad attuazione l’avvicendamento.

 

b. Fase di gestione transitoria

  • (4) Per consentire di gestire l’attività del nuovo Ordine sino alla elezione degli organi ordinari, alla data di entrata in vigore del decreto la Commissione d’Albo Nazionale (CNA) della professione di fisioterapista si costituisce in Commissione straordinaria della Federazione nazionale degli ordini della professione sanitaria di fisioterapista e il Presidente di questa, d’intesa con le commissioni d’albo territorialmente competenti, nomina entro i successivi cinque giorni (quindi, entro il 20 dicembre 2022) per ciascun Ordine territoriale una Commissione straordinaria di tre iscritti ai rispettivi albi professionali di fisioterapista.

 

c. Fase di indizione delle elezioni degli organi

  • (5) L’assemblea per l’elezione degli organi ordinari degli ordini territoriali (Consiglio Direttivo e Collegio sindacale) deve tenersi entro 45 giorni dalla attuazione dell’avvicendamento di cui al punto 3 (quindi non oltre il 14 aprile 2023).
  • (6) Poiché tra l’avviso di convocazione dell’assemblea e la data di inizio delle votazioni devono trascorrere almeno venti giorni, l’avviso stesso dovrà essere inviato non oltre il 25 marzo 2023.
  • (7) Infine, le elezioni degli organi ordinari della Federazione nazionale (Comitato Centrale e Collegio dei Revisori) devono tenersi entro 45 giorni dal completamento delle fasi elettorali degli ordini territoriali.

Il rispetto dei tempi sopra indicati dovrebbe pertanto consentire agli ordini territoriali ed alla Federazione nazionale di operare a regime entro l’inizio della prossima estate.