Il Tribunale di Taranto, con sentenza n. 1493/2016, ha stabilito che il locatore non può rifiutare di essere reimmesso nel possesso dell’immobile, per via della presenza di danni, qualora siano riconducibili all’uso del bene e rientrino tra le opere di manutenzione ordinaria, come tali spettanti al proprietario.

Secondo il Tribunale, infatti, il rifiuto della locatrice alla riconsegna delle chiavi è legittimo solo in caso di riscontro di danni determinati da innovazioni o da gravi violazioni imputabili al conduttore, fermo restando il suo diritto ad agire in giudizio per ottenere il ristoro dei danni che ritiene di aver subito.