La Corte di Cassazione, terza sezione civile, con la sentenza n. 21230 del 20 ottobre 2016, ha evidenziato come il nostro ordinamento non solo riconosce tra nonni e nipoti uno stretto vincolo di parentela, ma prevede, nei confronti dei discendenti e viceversa, una serie di diritti e doveri, da cui risulta l’innegabile rilevanza giuridica di tale rapporto.

Pertanto, nel caso di un sinistro stradale dal quale consegue la morte del nonno, anche i nipoti possono avere diritto ad ottenere il risarcimento del danno, se riusciranno a dare prova di avere subito quelle sofferenze morali che solitamente si accompagnano alla morte di una persona cara.

A tal fine, sarà necessario dimostrare che, ancorché non vi fosse la convivenza con il nonno, sussisteva comunque un vincolo affettivo particolarmente intenso.