Risarcibilità del danno a favore dell’amministratore, anche in caso di revoca della delega (non solo della qualità di amministratore) in difetto di “giusta causa”. Questo il principio enunciato da una recentissima pronuncia della Cassazione civile, Sez. I, del 15/04/2016 n. 7587. La Suprema Corte fonda il principio enunciato su un’interpretazione analogica dell’art. 2383 c.c.

Da evidenziare come la pronuncia abbia ad oggetto un caso precedente al 2003, data della riforma societaria.