La Corte di appello di Milano ha assolto l’ex direttrice sanitaria dell’Istituto ortopedico Gaetano Pini, Paola Navone, dall’accusa di corruzione perché il fatto non sussiste.

Navone è stata assistita da RP Legal & Tax con il Partner Piero Magri, coordinatore del dipartimento penale dello studio. La sentenza arriva dopo 5 anni di intenso lavoro per un’iniziativa giudiziaria che ha fatto scalpore, è iniziata con una misura cautelare ed è proseguita con il licenziamento dell’ex direttrice da parte dell’Istituto che si era costituito parte civile.

La sentenza della Sezione II della Corte di appello ha ritenuto che la corruzione non ci sia mai stata e che le utilità ricevute (il pagamento per la partecipazione ad alcuni convegni) non fossero corruttive.

La notizia dell’assoluzione è di grande interesse anche per le società farmaceutiche che sponsorizzano i convegni: chi fa il relatore a un congresso medico senza retribuzione ma solo con il rimborso spese contribuisce allo sviluppo della scienza e non commette corruzione, come invece la Procura e il Tribunale in primo grado avevano ingiustamente ritenuto.