Pubblicato il D.Lgs. 202/2016 attuativo della direttiva 2014/42/UE sul congelamento e la confisca di beni strumentali e proventi da reato commessi nell’Unione Europea. Il provvedimento, in vigore dal 24.11.2016, estende l’obbligatorietà della confisca, anche per equivalente, ad una serie di gravi reati (tra cui reati informatici, falsità in monete, indebito utilizzo di carte di credito). Ampliata anche l’operatività della confisca “allargata”, cioè della confisca dei beni di valore sproporzionato al reddito del condannato a prescindere dal collegamento con il reato, ora applicabile anche a reati tra cui autoriciclaggio, corruzione tra privati, falsità in monete, utilizzo di carte di credito clonate.

Link alla fonte