Non senza polemiche per l’eccessivo rigore del legislatore, sta per essere pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la nuova legge sull’omicidio colposo stradale approvata il 2 marzo 2016. E’ stata introdotta una norma autonoma all’art. 589 bis c.p., che prevede la reclusione da 2 a 7 anni per chiunque cagiona la morte di una persona con violazione delle norme sulla circolazione stradale. Se però si è alla guida di un auto, la pena è stata alzata da 5 a 10 anni in caso di particolari circostanze. Oltre una certa soglia di ebrezza o in caso di assunzione di sostanze stupefacenti, la pena arriva fino a 12 anni. La normativa prevede poi una serie di aggravanti (che possono portare ad una pena fino a 18 anni) e una importante attenuante in caso di concorso di colpa. Aumentate anche le pene per le lesioni gravi o gravissime.

Link alla fonte