Anche in pendenza del giudizio di separazione o divorzio il coniuge ha diritto di accedere alla documentazione fiscale, reddituale e patrimoniale dell’altro coniuge, al fine di difendere il proprio interesse giuridico, attuale e concreto, la cui necessità di tutela è reale ed effettiva e non semplicemente ipotizzata.

Il principio è stato recentemente affermato dal TAR Bari, Sez. III, nella sentenza del 3 febbraio 2017, n. 94.