Il Governo ha approvato, in esame preliminare, il decreto legislativo sul nuovo “Codice degli appalti pubblici e dei contratti di concessione”.

Lo ha annunciato il Ministro delle Infrastrutture al termine del Consiglio dei Ministri: “una corposa riforma che mira a rendere il sistema lavori pubblici finalmente all’altezza di un grande paese europeo“.

Il nuovo Codice recepisce il vecchio e tre direttive europee e passa da oltre 600 articoli e 1.500 commi a 217 articoli. L’obiettivo primario è la semplificazione della normativa, la trasparenza e la qualità.

Oggi è, in realtà, l’ultimo giorno utile per la prima approvazione del Governo, considerando i 45 giorni previsti per i due pareri parlamentari e la doppia scadenza del 18 aprile 2016 per l’esercizio della delega e per il recepimento delle direttive Ue.

Link alla fonte