Con Ordinanza interlocutoria n. 9489 del 10 maggio 2016, la Sezione Lavoro della Corte di Cassazione ha trasmesso gli atti al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite della questione se la Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza dei Dottori Commercialisti abbia il potere di annullare i periodi contributivi durante i quali la professione sia stata svolta in situazione di incompatibilità anche se tale condizione non sia stata previamente accertata dal competente Consiglio dell’Ordine.