Nell’ipotesi di assegnazione e/o cessione di beni (diversi da quelli strumentali) ai soci, le società potranno usufruire di un regime fiscale agevolato. E’ quanto stabilito dalla legge di stabilità 2016 (L. 208/2015, Art. 1, commi da 115 a 120) che, per tutte le società in possesso di beni non più rilevanti per l’attività aziendale, ha previsto un’imposta sostitutiva delle imposte dirette e dell’IRAP ad aliquota ridotta (8%; 10,5% per le società non operative da almeno due anni dell’ultimo triennio e 13% per le riserve in sospensione annullate), l’aliquota dimezzata per l’imposta proporzionale di registro e la applicazione delle imposte ipotecarie e catastali in misura fissa (Euro 200).

Link alla fonte