Un’operazione in sette mosse. È quella indicata, seppure soltanto sotto forma di linee guida, dal Def che sarà varato dal Governo per realizzare nel 2016 la spending review da almeno 10 miliardi (0,6 punti di Pil). Nel mirino ci sono anzitutto Regioni ed enti locali, per i quali verrà estesa la cura a base di costi e fabbisogni standard nonché di pubblicazione delle performance delle singole amministrazioni. Sarà poi portato a termine lo sfoltimento della giungla delle partecipate con un intervento su vasta scala, a cominciare dalle società di trasporto pubblico locale e della raccolta rifiuti. Ma anche il “centro” dovrà fare la sua parte.

Scarica l’articolo pubblicato su Il Sole 24 Ore il 9 aprile 2015