Le Corte di Cassazione, con sentenza n. 2173 pubblicata il 4 febbraio 2016, ha stabilito che la presenza di un veicolo fermo per incidente sulla sede stradale impone ai conducenti dei veicoli che sopraggiungono di moderare la velocità e tenere un comportamento prudente.

Secondo la Corte, rientra nella ragionevole prevedibilità la presenza degli occupanti di una vettura incidentata sulla sede stradale.

Al conducente che sopraggiunge, pertanto, non basta aver rispettato le norme del codice stradale, ma, pur dinanzi ad una scorrettezza altrui, ha l’onere di attivarsi per evitare il sinistro secondo l’ordinaria diligenza.