La Corte di Cassazione, con sentenza n. 806, del 19.1.2016, ha ribadito, confermando quanto espresso dalla sentenza n. 13777/2007, che, nonostante il mancato blocco immediato della carta da parte del correntista, la banca è responsabile, in caso di trattenimento della carta da parte dello sportello bancomat e successivo utilizzo da parte di un terzo, qualora non ponga in essere tutte le necessarie condotte volte ad evitarne l’indebito utilizzo.

Ciò, in quanto la diligenza richiesta dall’art. 1176 c.c. va valutata in base “ai rischi tipici della sfera professionale di riferimento”.