In data 3 aprile il Senato ha dato il via libera alla nuova disciplina della class action (azione di classe). L’azione, che tutela diritti individuali omogenei (non anche di interessi collettivi), prevede una valutazione di ammissibilità da parte del tribunale-sezione specializzata in materia di impresa e, nel caso il giudice ammetta la domanda, pubblicazione dell’ordinanza nel portale dei servizi telematici con fissazione di un termine per l’adesione degli altri soggetti recanti diritti omogenei, con successiva prosecuzione del contenzioso.

Link alla fonte