Con sentenza del 3545 del 27 marzo 2017, il Tribunale di Milano ha confermato la legittimità della clausola statutaria che dispone la nomina di una società di capitale quale amministratore di una s.r.l.. In secondo luogo, nell’analisi del caso di specie, il Tribunale ha chiarito che la persona fisica designata dalla società amministratrice, deve ritenersi solidalmente responsabile con la società amministratrice verso la società amministrata ed i creditori di quest’ultima per tutti gli atti gestori compiuti secondo la legge. Di conseguenza, con la sentenza in oggetto, si evince che in capo alla persona fisica, designata dalla società amministratrice, permane la medesima responsabilità dettata dalla legge per gli amministratori.