Nell’ambito dell’indagine conoscitiva relativa ai vaccini per uso umano presentata dall’Antitrust il 25 maggio scorso, è stato rilevato dall’AGCM che il mercato mondiale dei vaccini è controllato da un oligopolio di quattro multinazionali, che detengono assieme oltre l’80% delle vendite complessive. Le strategie commerciali dei produttori costituiscono la principale causa di tale oligopolio, ostacolando lo sviluppo delle versioni generiche dei loro vaccini mediante coperture di brevetto «particolarmente complesse» o ricorrendo a operazioni di «product differentiation» che rendono più difficile la sostituibilità.

Link alla fonte