Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Un quotidiano on-line può essere un fornitore di servizi di media audiovisivi? Sì secondo la CGUE

Con sentenza dello scorso 21 ottobre, la Corte di Giustizia ha stabilito, nella causa C-347/14, che anche l’offerta di filmati di breve durata sul sito internet di un quotidiano può rientrare nell’ambito di applicazione della normativa sui servizi di media audiovisivi. Ciò quando risulta, sulla base di un approccio sostanziale, che tale offerta ha come obiettivo principale quello di informare, intrattenere o istruire il pubblico, e quindi ha contenuto e funzione autonomi rispetto a quelli dell’attività giornalistica del quotidiano online.

Link alla fonte

Leave a comment

La “Certificazione B Corporation” è un marchio che viene concesso in licenza da B Lab, ente privato no profit, alle aziende che, come la nostra, hanno superato con successo il B Impact Assessment (“BIA”) e soddisfano quindi i requisiti richiesti da B Lab in termini di performance sociale e ambientale, responsabilità e trasparenza.

Si specifica che B Lab non è un organismo di valutazione della conformità ai sensi del Regolamento (UE) n. 765/2008 o un organismo di normazione nazionale, europeo o internazionale ai sensi del Regolamento (UE) n. 1025/2012.

I criteri del BIA sono distinti e autonomi rispetto agli standard armonizzati risultanti
dalle norme ISO o di altri organismi di normazione e non sono ratificati da parte di istituzioni pubbliche
nazionali o europee.