Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

News | RPLT e Gelmetti Studio Legale Associato nell’acquisto del 100% di Value Relations da parte di Excellera Advisor...

Excellera Advisory Group (gruppo attivo nei government affairs e reputation management costituito dal fondo Xenon Private Equity e che ha già aggregato Cattaneo Zanetto Pomposo & Co. e Community) ha acquistato il 100% di Value Relations (gruppo attivo da 20 anni nella consulenza strategica per il settore life science) con l’obiettivo di creare il più rilevante player italiano nel settore Life Science, capace di interloquire a 360 gradi con gli stakeholder istituzionali a livello centrale e locale, e con tutti gli operatori dell’informazione di settore, dai broadcast nazionali ai principali influencer.

Sul piano societario, l’operazione ha visto l’acquisizione del 100% delle quote di Value Relations e Value Relations Media da parte di Excellera Advisory Group. Al contempo, Massimo Cherubini e Marco Giorgetti (rispettivamente Fondatore e Presidente, Socio e AD), hanno reinvestito pariteticamente in Excellera, divenendo soci del Gruppo e hanno mantenuto le proprie cariche in Value Relations.

RPLT RP legalitax ha assistito i Venditori, Value Relations e Value Relations Media con i Partner Fabrizio Iliceto e Luca Finocchiaro e con l’Associate Alfredo Della Bella.

Gelmetti Studio Legale ha assistito Excellera Advisory Group con il Partner Pier Francesco Gelmetti e la Senior Lawyer Dolores Mugherli.

Leave a comment

La “Certificazione B Corporation” è un marchio che viene concesso in licenza da B Lab, ente privato no profit, alle aziende che, come la nostra, hanno superato con successo il B Impact Assessment (“BIA”) e soddisfano quindi i requisiti richiesti da B Lab in termini di performance sociale e ambientale, responsabilità e trasparenza.

Si specifica che B Lab non è un organismo di valutazione della conformità ai sensi del Regolamento (UE) n. 765/2008 o un organismo di normazione nazionale, europeo o internazionale ai sensi del Regolamento (UE) n. 1025/2012.

I criteri del BIA sono distinti e autonomi rispetto agli standard armonizzati risultanti dalle norme ISO o di altri organismi di normazione e non sono ratificati da parte di istituzioni pubbliche
nazionali o europee.