Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Come si calcolano le donazioni a favore del coniuge di seconde nozze

Secondo i ricorrenti, figli di prime nozze, sarebbe irrazionale una loro equiparazione alla seconda moglie del padre, poiché la qualità di eredi legittimari che essi ricoprono è connaturata alla loro stessa esistenza e meritevole di maggior tutela. La Corte di Cassazione non ha condiviso tale tesi, ritenendo il coniuge portatore dei medesimi diritti successori: pertanto, per determinare, ai sensi dell’art. 556 c.c., l’ammontare della quota di cui il de cuius poteva disporre, devono essere tenuti in considerazione tutti i beni donati in vita dal defunto, sia successivamente al sorgere del nuovo matrimonio sia precedentemente a tale momento (nel caso di specie è stata ricompresa anche una donazione indiretta di 20 milioni  di lire effettuata dal de cuius a favore della moglie prima del matrimonio).

Leave a comment

La “Certificazione B Corporation” è un marchio che viene concesso in licenza da B Lab, ente privato no profit, alle aziende che, come la nostra, hanno superato con successo il B Impact Assessment (“BIA”) e soddisfano quindi i requisiti richiesti da B Lab in termini di performance sociale e ambientale, responsabilità e trasparenza.

Si specifica che B Lab non è un organismo di valutazione della conformità ai sensi del Regolamento (UE) n. 765/2008 o un organismo di normazione nazionale, europeo o internazionale ai sensi del Regolamento (UE) n. 1025/2012.

I criteri del BIA sono distinti e autonomi rispetto agli standard armonizzati risultanti dalle norme ISO o di altri organismi di normazione e non sono ratificati da parte di istituzioni pubbliche
nazionali o europee.