Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

News | RP Legal & Tax con GreenGo Srl nella joint venture con Engie Italia S.p.A.

GreenGo S.r.l., società italiana di sviluppo delle green tech, ha sottoscritto un accordo di “joint venture” con ENGIE Italia S.p.A., per lo sviluppo di un’iniziativa greenfield in Italia nel settore dell’eolico. 

Il progetto eolico, da localizzarsi in provincia di Palermo, in un sito ad elevata vocazione anemologica, ha una potenza attesa di 30 MW e prevede l’installazione di 5 turbine eoliche di ultima generazione con potenza unitaria di 6 MW. L’accordo ha previsto una costituzione di una joint venture a livello di società di progetto, con ENGIE Italia che rilevato il 70% dell’SPV e che procederà all’acquisto delle quote rimanenti di GreenGo dopo l’ottenimento dell’autorizzazione.

GreenGo è uno sviluppatore professionale nel settore dell’energia rinnovabile e delle green tech che ambisce di diventare attore primario della green economy italiana. GreenGo, lanciata nel 2018 da un gruppo di riconosciuti professionisti, con background industriale, ingegneristico e consulenziale, rappresenta l’ultimo tassello del gruppo FIMM (assieme REA S.r.l. e REM S.rl.) che ha l’obiettivo di creare un hub professionale leader in tutta la filiera italiana e sud-europea delle energie rinnovabili e della transizione energetica.

Lo studio RP Legal & Tax ha assistito GreenGo negli aspetti legali riguardanti la negoziazione ed esecuzione del contratto di joint venture con un team guidato dal partner Alessio Totaro, il senior associate Stefano Chiarva e l’associate Sidney Mathoux, mentre per gli aspetti di due diligence contabile-fiscale dallo Studio Trotter con il partner Marco Franchi e per gli aspetti tecnici da REA S.r.l. – Reliable Energy Advisors.

Leave a comment

La “Certificazione B Corporation” è un marchio che viene concesso in licenza da B Lab, ente privato no profit, alle aziende che, come la nostra, hanno superato con successo il B Impact Assessment (“BIA”) e soddisfano quindi i requisiti richiesti da B Lab in termini di performance sociale e ambientale, responsabilità e trasparenza.

Si specifica che B Lab non è un organismo di valutazione della conformità ai sensi del Regolamento (UE) n. 765/2008 o un organismo di normazione nazionale, europeo o internazionale ai sensi del Regolamento (UE) n. 1025/2012.

I criteri del BIA sono distinti e autonomi rispetto agli standard armonizzati risultanti
dalle norme ISO o di altri organismi di normazione e non sono ratificati da parte di istituzioni pubbliche
nazionali o europee.