Misure a sostegno delle imprese e di accelerazione del recupero crediti nel decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri il 29 aprile 2016. Previste novità in materia di:

  • pegno non possessorio;
  • patto marciano nei nuovi contratti di finanziamento;
  • riduzione dei tempi nelle procedure di recupero crediti;
  • modifiche alla legge fallimentare;
  • introduzione del registro digitale delle procedure esecutive e fallimentari.

Si legge nel comunicato stampa: “vengono adottati termini più brevi per la facoltà dei debitori di fare opposizione agli atti dell’esecuzione, il giudice deve disporre la provvisoria esecuzione di un decreto ingiuntivo per le somme non contestate, anche in presenza di una opposizione del debitore”.