Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

R&P Legal per il nuovo allestimento del Museo “A come Ambiente” di Torino

Inaugurati martedì 16 febbraio 2016 i nuovi spazi espositivi e i nuovi percorsi interattivi del Museo “A come Ambiente” di Torino nell’ambito del progetto “Il Futuro dell’Ambiente”, che ha ottenuto il finanziamento della Regione Piemonte con il P.O.R. F.E.S.R. 2007/2013 per la “Tutela dei beni ambientali e culturali”.

Gli interventi realizzati dal Museo, presieduto da Agostino Re Rebaudengo e sostenuto da una compagine sociale di enti pubblici e aziende che condividono la mission dell’istituzione,  focalizzata sulla diffusione della sensibilità ambientale, sono stati sviluppati secondo le seguenti direttrici:

  1. allestimenti espositivi: nuovi exhibit, ambienti e allestimenti interattivi;
  2. allestimenti funzionali: adeguamento degli attuali spazi espositivi e interventi strumentali al miglioramento della fruizione da parte del pubblico;
  3. potenziamento della comunicazione al pubblico.

R&P Legal ha assistito il Museo per l’indizione e lo svolgimento delle gare e per l’assegnazione delle forniture delle installazioni museali e degli arredi connessi ai nuovi allestimenti, svolgendo altresì attività di tutoring, formazione e audit per la gestione delle procedure di appalto comunitarie e nazionali.

L’operazione, condotta da Lorenzo Lamberti, partner di R&P Legal e responsabile del Dipartimento di Diritto Amministrativo, e da Pasquale Morra, consolida la presenza e il ruolo di R&P Legal nel settore degli appalti, dei musei (http://www.replegal.it/it/tutte-le-notizie/item/671-il-museo-4-0-e-una-realta.html) e dell’art law (http://www.replegal.it/it/art-law2/item/691-il-comitato-promotore-per-le-fondazioni-italiane-d-arte-contemporanea-intervista-ai-fondatori.html).

Leave a comment

La “Certificazione B Corporation” è un marchio che viene concesso in licenza da B Lab, ente privato no profit, alle aziende che, come la nostra, hanno superato con successo il B Impact Assessment (“BIA”) e soddisfano quindi i requisiti richiesti da B Lab in termini di performance sociale e ambientale, responsabilità e trasparenza.

Si specifica che B Lab non è un organismo di valutazione della conformità ai sensi del Regolamento (UE) n. 765/2008 o un organismo di normazione nazionale, europeo o internazionale ai sensi del Regolamento (UE) n. 1025/2012.

I criteri del BIA sono distinti e autonomi rispetto agli standard armonizzati risultanti
dalle norme ISO o di altri organismi di normazione e non sono ratificati da parte di istituzioni pubbliche
nazionali o europee.